Bambini abbandonati con l’affido diamogli una mamma

In Italia abbiamo da poco festeggiato la Festa della Mamma. Tutti i nostri bambini hanno ricordato le loro mamme con un fiore, un lavoretto, un dono.

In Romania la Festa della mamma è l’8 marzo: non tutti i bambini hanno festeggiato la loro mamma, perché i bambini dell’orfanotrofio non hanno una mamma!

A tutt’oggi esistono ancora bambini rinchiusi negli orfanotrofi statali della Romania. La nostra Associazione da anni lavora per togliere queste piccole creature dall’orfanotrofio e sostiene come migliore soluzione possibile per essi, quella dell’affido.

Questo progetto lo chiamiamo Diamogli una mamma.

In Romania gli orfanotrofi purtroppo esistono ancora e sono una necessità, l’alternativa è la strada! Per molte ore della giornata i bambini sono soli: se piangono nessuno che gli sorride, nessuno che gli parla, nessuno li abbraccia. Purtroppo, sono frequenti gli abusi sessuali.

Con l’affido il bambino cresce nel calore di una famiglia, con una mamma, un papà, con dei fratelli. Abbiamo assistito ad autentici miracoli: bambini che in orfanotrofio a quattro anni, ancora non parlavano, non camminavano e che sembravano minorati, posti nel calore di una famiglia sono letteralmente rinati.

Le mamme lo sanno bene: questi miracoli avvengono con abbracci, baci e sorrisi, emozioni che il bambino in orfanotrofio non prova mai, oltre ad avere un letto dove dormire e un pasto caldo ogni giorno.

Le mamme affidatarie vengono selezionate e controllate dalla Direzione generale di assistenza sociale per la protezione del bambino, che è un ente statale.

Viene fatta una selezione si tiene conto dell’ambiente familiare, del comportamento, delle motivazioni, si raccolgono informazioni tra parenti e vicini di casa, si richiede un controllo medico generale e specialistico. Si verifica che vi sia la disponibilità di un’abitazione idonea e infine che si frequenti un corso di preparazione.

Se il governo dispone di soldi, assume la mamma affidataria con un piccolo trattamento economico.

 La nostra associazione Chiese dell’est, ormai da alcuni anni, ha preso l’impegno con la Direzione generale di assistenza sociale per la protezione del bambino di Oradea di contribuire con euro 1.200 l’anno da offrire a ciascuna delle 30 mamme affidatarie a noi segnalate e raccomandate dalla Direzione generale. Ai benefattori chiediamo 930 euro l’anno, cioè 78 euro al mese. Ci siamo dunque impegnati per una spesa annuale totale di 36.000 euro (1.200 euro x 30 mamme = 36.000 euro). Le “nostre” famiglie affidatarie sono visitate e controllare periodicamente dal nostro amico e referente, il sacerdote don Gabriele Buboi e dall’assistente sociale e, normativa privacy permettendo, diamo annualmente una relazione ai benefattori.

Care benefattrici e cari benefattori, volete aiutarci anche quest’anno a mantenere l’impegno che ci siamo presi di offrire questi 36.000 euro necessari?

Il rischio e che se non raggiungiamo questa cifra, alcune delle mamme affidatarie non possono ricevere il contributo promesso, necessario per il mantenimento del minore, quindi i bambini rischiano di essere tolti dalla famiglia e di tornare in orfanotrofio, anche perché normalmente sono le famiglie povere che danno la loro disponibilità ad accogliere minori.

Sarebbe un dramma per quei bambini che, vedendosi abbandonati un’altra volta, dopo alcuni anni vissuti nella famiglia, verrebbero veramente distrutti. Si verificano spesso situazioni drammatiche, di cui noi siamo a conoscenza e testimoni.

Care benefattrici e cari benefattori, sono certo che anche questa volta ci aiuterete. Ci piacerebbe tanto poter dare ancora a tutti i “vostri bambini” una mamma, un papà, dei fratelli, una famiglia, perché nessuno dei bambini subisca una violenza disumana come quella di essere separato da chi l’ha accolto con tanto amore.

Don Alfredo Savoldi
presidente dell’associazione Chiese dell’est onlus

CON L’AFFIDO DIAMOGLI UNA MAMMA – GIUGNO 2019

Se hai intenzione di sostenere questo progetto nel suo ideale, con una donazione libera, allora lo puoi fare compilando il form che trovi dopo aver cliccato il tasto "Dona ora". Ricorda sempre di inserire tutti i dati richiesti.

Informazioni personali

Donazione totale: €1.00

Seconda proposta
Fare un’offerta libera, anche se modesta. Una goccia, ma aiutateci: tante gocce sono preziose agli occhi del Signore, perché spesso vengono offerte da chi non può dare di più.

Terza proposta

Offrire lo stipendio a una mamma affidataria.

Stipendio per un mese euro 78.

Stipendio per un anno euro 930.Verrà inviata foto del bambino con relazione.

Quarta proposta

Benefattore distinto: euro 1.500. Verrà inviato Attestato su pergamena di benefattore distinto.

Benefattore insigne: euro 2.000. Verrà inviato Attestato su pergamena di benefattore insigne.

Con riconoscenza.

Don Alfredo Savoldi
presidente dell’associazione Chiese dell’est onlus

Related Projects

Start typing and press Enter to search